Corsi - SicurezzaCorsi vari -   G  

Buon utilizzo dei tachigrafi

Obbiettivi

E' stato recentemente pubblicato su Gazzetta Ufficiale il decreto con il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dettato le disposizioni in merito ai corsi di formazione sul corretto funzionamento del tachigrafo, digitale o analogico, alle istruzioni da impartire ai conducenti e ai controlli che le imprese da cui dipendono devono periodicamente effettuare.

Il provvedimento consente alle imprese di autotrasporto di poter ottemperare a quanto previsto dai Regolamenti CE 561 del 15 marzo 2006 e UE 165/2014 del 04 febbraio 2014 sulla formazione degli autisti.

 

Il Decreto Dirigenziale 215 del 12 dicembre 2016 pone le disposizioni sui corsi di formazione e sul buon funzionamento dei cronotachigrafi, digitali e analogici, precisando che l'attività di formazione disciplinata dallo stesso provvedimento non costituisce specifica prescrizione normativa di carattere nazionale a carico delle imprese di autotrasporto e pertanto non si configura come obbligatoria. Ma può costituire elemento di valutazione per dimostrare di avere svolto il proprio compito formativo/informativo nel caso sia ritenuta corresponsabile di eventuali violazioni commesse dai conducenti. In pratica, la partecipazione a tali corsi non comporta automaticamente l'efficacia esimente rispetto alla sanzione per la corresponsabilità del datore di lavoro (art.174/14° del CdS).

Contenuti

  • Normativa Regolamento CEE e UE

  • Regolamento CE – Disciplina tempi di guida e riposo

  • Evoluzione tecnologica

  • Uso del tachigrafo analogico

  • Uso del tachigrafo digitale

  • Le carte tachigrafiche

  • Caratteristiche e funzionalità del tachigrafo digitale

  • Lettura ed interpretazione di stampe e pittogrammi

  • Simulazione casi reali

  • Responsabilità amministrativa e penale

 

Destinatari

Conducenti che svolgono la propria attività con o senza vincolo di subordinazione in favore di imprese di autotrasporto di merci e persone, per conto proprio o per conto di terzi a norma dei regolamenti CE n. 561/2006 e UE n. 165/2014


Requisiti: comprensione sufficiente lingua italiana.

Rimborsi

EBAV eroga alle imprese, in regola con i versamenti, un contributo pari all'80% del costo del corso, al netto di IVA, e comunque di massimo € 20 ORARI.

PREVISTO PER LE SEGUENTI CATEGORIE FINO AD ESAURIMENTO RISORSE (da verificare di volta in volta la disponibilità): MetalmeccanicaAcconciatura-Estetica, Alimentaristi, Ceramica, Chimica-gomma e plastica, Comunicazione, Concia, Imprese pulizie, Occhiali, Odontotecnico, Panificatori, Autotrasporto, Trasporto persone, Vetro, Orafo, Tessile, Legno, Pulitintolavanderie.

ATTENZIONE

Per il rilascio dell'attestato e' necessario inviare, alla conferma di avvio del corso, alla mail cesar@confartigianatovicenza.it le seguenti informazioni:

  • Copia documento identita' di ogni partecipante al corso

  • Per imprese trasporto merci CONTO TERZI: N^ iscrizione Albo Autotrasportatori e N^ REN

  • Per imprese trasporto merci IN CONTO PROPRIO: N^ licenza per l'autotrasportato merci e soggetto erogatore della licenza

Dettagli

8 ore

SOCI *

115,90 € (95 + IVA) 

NON SOCI

146,40 € (120 + IVA) 

* Iscritti a Confartigianato Imprese Vicenza

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni.​ La ricevuta del pagamento inviata a

cesar@confartigianatovicenza.it

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a:  

CESAR SRL - BANCA INTESA SAN PAOLO SPA Filiale VICENZA, N. 13 VIA ENRICO FERMI, 130 - IBAN IT77 S030 6911 8851 0000 0000 955 specificando il codice del corso, nominativo del partecipante e la ragione sociale dell'azienda.

Sedi

Vicenza

Via E. Fermi, 197

 

Calendario: ricordiamo che le iscrizioni si chiudono 3 giorni prima rispetto alla data di inizio corso

Maggiori informazioni?
Scrivici subito!

D.LGS. 231/2001 – NORMATIVA IN MATERIA DI RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI

Con delibera del Consiglio di Amministrazione del 18 giugno 2015, la società Cesar srlu ha adottato un proprio Codice Etico al fine di allinearsi alle disposizioni previste dal D.Lgs. 231/2001 che ha introdotto nel  nostro ordinamento giuridico un’inedita forma di responsabilità di tipo para penale in capo alla Società qualora vengano commessi determinati reati nel suo interesse o a suo vantaggio.  > Scopri i dettagli 

formazione è sviluppo

Cesar
Via Enrico Fermi, 197 36100 Vicenza
0444.960100
cesar@confartigianatovicenza.it


ORGANISMO DI VIGILANZA
organismodivigilanza@cesarformazione.it


© 2014 CESAR srl Unipersonale
C.F. e P. IVA e Reg. Imp. Vicenza 01856980246


Informative Privacy

PROMOSSO-DA-CONF-LOGO.png