Corsi - SicurezzaCorsi vari -   G  

Buon utilizzo dei tachigrafi

Obbiettivi

E' stato recentemente pubblicato su Gazzetta Ufficiale il decreto con il quale il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha dettato le disposizioni in merito ai corsi di formazione sul corretto funzionamento del tachigrafo, digitale o analogico, alle istruzioni da impartire ai conducenti e ai controlli che le imprese da cui dipendono devono periodicamente effettuare.

Il provvedimento consente alle imprese di autotrasporto di poter ottemperare a quanto previsto dai Regolamenti CE 561 del 15 marzo 2006 e UE 165/2014 del 04 febbraio 2014 sulla formazione degli autisti.

 

Il Decreto Dirigenziale 215 del 12 dicembre 2016 pone le disposizioni sui corsi di formazione e sul buon funzionamento dei cronotachigrafi, digitali e analogici, precisando che l'attività di formazione disciplinata dallo stesso provvedimento non costituisce specifica prescrizione normativa di carattere nazionale a carico delle imprese di autotrasporto e pertanto non si configura come obbligatoria. Ma può costituire elemento di valutazione per dimostrare di avere svolto il proprio compito formativo/informativo nel caso sia ritenuta corresponsabile di eventuali violazioni commesse dai conducenti. In pratica, la partecipazione a tali corsi non comporta automaticamente l'efficacia esimente rispetto alla sanzione per la corresponsabilità del datore di lavoro (art.174/14° del CdS).

Contenuti

  • Normativa Regolamento CEE e UE

  • Regolamento CE – Disciplina tempi di guida e riposo

  • Evoluzione tecnologica

  • Uso del tachigrafo analogico

  • Uso del tachigrafo digitale

  • Le carte tachigrafiche

  • Caratteristiche e funzionalità del tachigrafo digitale

  • Lettura ed interpretazione di stampe e pittogrammi

  • Simulazione casi reali

  • Responsabilità amministrativa e penale

 

Destinatari

Conducenti che svolgono la propria attività con o senza vincolo di subordinazione in favore di imprese di autotrasporto di merci e persone, per conto proprio o per conto di terzi a norma dei regolamenti CE n. 561/2006 e UE n. 165/2014


Requisiti: comprensione sufficiente lingua italiana.

Rimborsi

EBAV eroga alle imprese, in regola con i versamenti, un contributo pari all'80% del costo del corso, al netto di IVA, e comunque di massimo € 20 ORARI.

PREVISTO PER LE SEGUENTI CATEGORIE FINO AD ESAURIMENTO RISORSE (da verificare di volta in volta la disponibilità): MetalmeccanicaAcconciatura-Estetica, Alimentaristi, Ceramica, Chimica-gomma e plastica, Comunicazione, Concia, Imprese pulizie, Occhiali, Odontotecnico, Panificatori, Autotrasporto, Trasporto persone, Vetro, Orafo, Tessile, Legno, Pulitintolavanderie.

ATTENZIONE

Per il rilascio dell'attestato e' necessario inviare, alla conferma di avvio del corso, alla mail cesar@confartigianatovicenza.it le seguenti informazioni:

  • Copia documento identita' di ogni partecipante al corso

  • Per imprese trasporto merci CONTO TERZI: N^ iscrizione Albo Autotrasportatori e N^ REN

  • Per imprese trasporto merci IN CONTO PROPRIO: N^ licenza per l'autotrasportato merci e soggetto erogatore della licenza

Dettagli

8 ore

SOCI *

115,90 € (95 + IVA) 

NON SOCI

146,40 € (120 + IVA) 

* Iscritti a Confartigianato Imprese Vicenza

Il pagamento del corso dovrà essere effettuato dopo la conferma del corso che avverrà tramite e-mail al raggiungimento del numero minimo di adesioni.​ La ricevuta del pagamento inviata a

cesar@confartigianatovicenza.it

Il pagamento dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario a:  

CESAR SRL - BANCA INTESA SAN PAOLO SPA Filiale VICENZA, N. 13 VIA ENRICO FERMI, 130 - IBAN IT77 S030 6911 8851 0000 0000 955 specificando il codice del corso, nominativo del partecipante e la ragione sociale dell'azienda.

Sedi

Vicenza

Via E. Fermi, 197

 

Calendario: ricordiamo che le iscrizioni si chiudono 3 giorni prima rispetto alla data di inizio corso