Progetti - Formazione finanziata - Progetti in corso

Agevolazioni fiscali su formazione 4.0

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 143 del 22 giugno 2018 il decreto che disciplina le modalità e i criteri di concessione del credito d’imposta sulle spese di formazione 4.0, istituito dalla legge di Bilancio 2018 (articolo 1, commi da 46 a 56, l. 205/2017).
L’incentivo è finalizzato a supportare l’acquisizione e l’aggiornamento di competenze sulle tecnologie 4.0, indispensabile complemento agli investimenti in innovazione realizzati dalle aziende con il Piano Industria 4.0.
Potranno accedere all’incentivo tutte le imprese, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalle dimensioni, dal regime contabile adottato e dalle modalità di determinazione del reddito ai fini fiscali.

 

Secondo il decreto, art. 3 c.3, le spese di formazione sostenute sono ammissibili a condizione che il loro svolgimento sia espressamente disciplinato in contratti collettivi aziendali o territoriali espressamente depositati.
A tal fine Confartigianato regionale ha sottoscritto un accordo territoriale che coinvolge tutte le ditte artigiane e le PMI del Veneto.
Il fondo a disposizione ammonta a ben 250 milioni, destinati a investimenti per la formazione del personale dipendente da effettuare entro il 2018, con un massimo di 300mila euro per beneficiario e una copertura prevista del 40% delle spese ammissibili.
Se esterna la formazione deve essere erogata da soggetti accreditati.

 

Lo staff di Cesar e Confartigianato sono a disposizione per:

  • Accompagnare le aziende nella scelta e nella strutturazione delle proposte formative

  • Fornire assistenza tecnica per l’accesso al fondo di agevolazione

A cosa serve

Stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale nelle materie aventi a oggetto le tecnologie rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”.
 

Quale vantaggio

Credito d'imposta del 40% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione, sostenute nel periodo d'imposta agevolabile e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario, pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali.

A chi si rivolge

Imprese aderenti a Confartigianato che hanno fatto o faranno formazione relativamente a:

  • cloud e fog computing

  • cyber security

  • simulazione e sistemi cyber-fisici

  • prototipazione rapida

  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (Rv) e realtà aumentata (Ra)

  • robotica avanzata e collaborativa

  • interfaccia uomo macchina

  • manifattura additiva (o stampa tridimensionale)

  • internet delle cose e delle macchine

  • integrazione digitale dei processi aziendali

  • big data e analisi dei dati

Normativa

Informazioni e contatti

Per maggiori approfondimenti: cesar@confartigianatovicenza.it