MiCIBO

REB

I punti cardine 

 1  Progetto

 2  Mercato

 3  Piano Marketing

 4  Flessibilità esecutiva

 5  Organizazione d'impresa

 6  Timing del progetto

 7  Sostenibilità

Il progetto in breve 

I prodotti italiani sono invidiati nel mondo e spesso risultano reperibili solamente in determinate stagioni dell’anno: l’asparago bianco di Bassano, la ciliegia di Marostica, il radicchio rosso di Treviso etc.
La nostra tradizione culinaria è inserita in un’epoca dove è possibile scoprire piatti etnici da ogni parte del mondo e reperire i cibi più particolari. Attraverso questa incredibile opportunità resa possibile dalla globalizzazione e dalla tecnologia, vogliamo valorizzare i prodotti della nostra terra.
Il nostro obiettivo pertanto è quello di mettere in luce il territorio locale e le piccole realtà che rendono così speciale e ricco il nostro Paese.
L’app che abbiamo sviluppato tratta il cibo in tutte le sue sfumature

Per crearla ci siamo ispirati alla passione per la cucina delle nostre nonne e mamme, unendo il loro piacere nel condividere le proprie ricette all’innovazione portata dai social. 
Il cibo è condivisione e festa, per questo dedichiamo una sezione della nostra app agli eventi culinari (dalle sagre alle degustazioni etc.)

mIcibo è l’app che permette di sentirsi chef per un giorno e  immergersi nella tradizione locale, attraverso ricette, eventi e cultura culinaria.

Il team

Rut Bonamigo

Addetta alla parte editoriale e contenutistica dell’app e del sito 

Simona De Paoli

Addetta all’amministrazione e contabilità

Noemi Bao

Addetta all’amministrazione e contabilità

Mattia Russo

Addetto all’amministrazione e contabilità

Sofia Zonta 

Addetto marketing strategico e analista di mercato.

Lia Belfiore

Addetto marketing strategico e analista di mercato.

Giacomo Conte Pandolfo

Addetto marketing strategico e analista di mercato.

Vittoria Oriella

Addetta alla parte editoriale e contenutistica dell’app e del sito

Emma Pallaro

Addetta alla parte editoriale e contenutistica dell’app e del sito

L'idea imprenditoriale

MiCIBO

 

1. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

“mIcibo” è un’app per smartphone e tablet che ha lo scopo di unire la passione per la cucina all’innovazione portata dai social. Inizialmente l’applicazione opera nel territorio Veneto per poi espandersi a livello nazionale con programmazione triennale. Al suo interno gli utenti possono interagire tra di loro tramite commenti e recensioni, che consentono di stilare delle classifiche settimanali riguardanti le ricette più quotate. “mIcibo” è strutturata in modo semplice, chiaro e intuitivo, presenta tre finestre che permettono di accedere ai principali contenuti dell’app: ricette del giorno, eventi della settimana e prodotti stagionali. E’ possibile aggiungere ricette ed eventi attraverso la creazione di un profilo personale che permette la localizzazione di quest’ultimi tramite l’utilizzo del pulsante “posizione”. Infine la caratteristica principale del nostro progetto è lo “svuota-frigo”: questa funzione nasce dal bisogno di realizzare ricette utilizzando i pochi ingredienti presenti nel nostro frigorifero. Oltre all’app è presente un sito che offre una visione generale del progetto, dove sono presenti tutti i nostri contatti e che consente di pubblicizzare la nostra idea imprenditoriale.

 

2. IL MERCATO

Per identificare il nostro target clienti abbiamo realizzato un questionario online. Le domande sono state raggruppate in tre sezioni relative ad aspetti autobiografici, interessi culinari e grado di utilizzo dei social network e sono state rivolte a circa 210 persone. È emerso che il nostro mercato sono donne lavoratrici che acquistano prodotti alimentari in negozi specifici e in supermercati. Risultano potenziali clienti in quanto ricercano con frequenza piatti tipici con prodotti stagionali e utilizzano con frequenza i social network. Le nostre clienti hanno un’età compresa tra i 25 e i 55 anni e sono caratterizzate da un’indipendenza economica e personale. Ci risulta, inoltre, più conveniente proporre un’applicazione gratuita ed estenderla, inizialmente, a livello regionale. Per emergere a livello italiano ed estendere la nostra fetta di mercato, puntiamo sull’aspetto social che permette la condivisione dei contenuti e crea un legame più forte con gli utenti.

 

3. IL PIANO MARKETING

Per lanciare l’applicazione nel mercato, è stato creato un piano da seguire in merito alla pubblicizzazione tramite i social network, che prevede un investimento per il primo anno pari a 7200 euro (5400 tra instagram e facebook e 1600 per google adwords), per raggiungere un numero consistente di persone all’inizio dell’attività nella sola regione del Veneto. Questa cifra sarà soggetta a un incremento ulteriore pari allo stesso importo per ogni regione che si deciderà di inglobare nell’app. La pubblicizzazione tramite questi canali avverrà tramite dei video che spiegheranno brevemente le funzionalità che offriamo ai clienti. Per inaugurare il lancio dell’applicazione nel mercato inoltre, verrà programmato un evento in una villa per mostrare direttamente al pubblico con l’aiuto di alcuni chef le caratteristiche dell’app e quello che può offrire agli utenti di questa. Un ulteriore modo per raggiungere le persone che non fanno utilizzo dei social network, verranno creati e distribuiti dei flyer da parte dei nostri partner (ristoranti, sagre, fiere, bar).

 

4. FATTIBILITA’ ESECUTIVA

Abbiamo deciso di creare l’app mIcibo in seguito ad un’analisi approfondita che abbiamo svolto per trovare eventuali lacune e possibilità che ci offre il mercato. Abbiamo scelto il settore del cibo perché è in continua espansione negli ultimi anni e i servizi che ruotano attorno a questo offrono a chi ha un’idea imprenditoriale valida numerose opportunità. La nostra ricerca di mercato si è concentrata in particolare sulle applicazioni e sui siti di ricette, e abbiamo notato la mancanza di un software completo che offrisse tutti i servizi necessari alla creazione e alla condivisione di ricette, e che permettesse oltre all’interazione tra gli utenti di questa il monitoraggio degli eventi culinari, cosa che noi offriremo inizialmente in una zona geografica ristretta come il Veneto per poi espanderla fino a coprire la superficie di tutta la penisola italiana. Un altro aspetto che rende il nostro servizio unico rispetto alla concorrenza è rappresentato dalla possibilità che offriamo ai nostri clienti di entrare in contatto con i produttori locali di prodotti tipici delle varie zone del nostro paese, per scoprirne i vari modi in cui questi possono essere impiegati in cucina. Questo permetterà a chiunque di accedere ad un mercato del cibo di primissima qualità pur non avendo conoscenze territoriali e sulla cultura culinaria locale. Se il riscontro dell’applicazione sarà positivo un’altro obiettivo che ci siamo posti è quello di gestire eventi a livello social e a livello pubblicitario in cambio di un compenso monetario e creare delle pubblicità per produttori locali che lo richiederanno, con dei costi prefissati in base alla tipologia.

 

5. ORGANIZZAZIONE D’IMPRESA

La forma giuridica scelta è una S.R.L., con un capitale iniziale di 26000 euro di cui 25000 provenienti da partner e/o banche e 1000 di capitale proprio. La struttura organizzativa orizzontale dell’azienda è suddivisa in ricerca e sviluppo, marketing e vendite, amministrazione e finanza e sistema informativo. Quest’ultima richiede la figura di un tecnico esterno, che si occuperà della gestione dei dati e delle informazioni digitali. Le altre funzioni interne necessitano di addetti di marketing strategico e operativo, graphic designer, social media manager, contabili ed editor.

 

6. TIMING DEL PROGETTO D’IMPRESA

Per la creazione di un database contenente le ricette e i prodotti tipici di tutto il Veneto abbiamo stimato che avremo bisogno di 6 mesi di tempo per trovare tutte le informazioni necessarie e per creare i primi contenuti dell’applicazione. Dopo aver creato una base dati sufficiente a coprire quest’area, verrà organizzato un evento per il lancio del prodotto la prima settimana di marzo, e da questa data avrà inizio anche il piano di web marketing, con le varie pubblicità che verranno inserite sui social network. Nei locali e nelle sagre dei nostri partner inoltre inizierà la distribuzione dei nostri flyer. Secondo dei dati che abbiamo stimato di raggiungere in un anno di attività, già dal secondo anno la nostra applicazione verrà proposta per tutto il nord Italia, e verrà creata inoltre una sezione più pregiata del servizio con ricette più di nicchia e prodotti più particolari come vini pregiati, che verrà chiamata sezione gourmet. Questa sarà accessibile a due livelli, uno base a 2,99 euro e uno “star” a 4,99 euro. Il costo non è periodico ma fisso. Nel terzo anno di attività il nostro obiettivo sarà invece quello di coinvolgere le regioni di tutta la penisola italiana, e questo richiederà ovviamente un maggior numero di personale e di costi pubblicitari.

 

7. SOSTENIBILITA’ ECONOMICA

Il nostro piano economico risulta sostenibile in quanto i nostri costi per il primo anno ammontano a 52.300 euro di cui i costi di impianto sono pari a 2490 euro, costi di ricerca sviluppo e pubblicità per 38200 euro, terreni e fabbricati per 1800 euro, attrezzature industriali e commerciali per 1930 e costi per servizi per 7890. Le nostre stime di ricavi attraverso le pubblicizzazioni di eventi, prodotti tipici e ricette ammontano a 74250 euro, con i quali riusciremo a coprire tutti i costi. Il secondo anno i costi aumenteranno a 153000 euro vista l’espansione che abbiamo progettato di attuare a tutto il nord Italia che comporterà l’assunzione di personale e l’acquisizione di una sede fissa. Allo stesso tempo però aumenteranno anche i ricavi a 520000, con i quali oltre a coprire i costi disporremo anche di un considerevole utile. Il terzo anno i costi previsti saranno di 269300 euro, aumentati dall’esercizio precedente a causa di ulteriore personale e ulteriore pubblicità. I ricavi per questo esercizio ammonteranno a 1485000 euro. Ogni anno inoltre nei ricavi verrà inserita una somma di denaro derivante dei partner: 25000 euro per il primo anno, 75000 euro il secondo e 100000 euro il terzo. L’idea in base ai risultati dal terzo anno sarebbe di costituire una S.p.A. con capitale sociale indicativamente di 589515,13 euro.

Video

Maggiori informazioni?
Scrivici subito!

D.LGS. 231/2001 – NORMATIVA IN MATERIA DI RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA DEGLI ENTI

Con delibera del Consiglio di Amministrazione del 18 giugno 2015, la società Cesar srlu ha adottato un proprio Codice Etico al fine di allinearsi alle disposizioni previste dal D.Lgs. 231/2001 che ha introdotto nel  nostro ordinamento giuridico un’inedita forma di responsabilità di tipo para penale in capo alla Società qualora vengano commessi determinati reati nel suo interesse o a suo vantaggio.  > Scopri i dettagli 

formazione è sviluppo

Cesar
Via Enrico Fermi, 197 36100 Vicenza
0444.960100
cesar@confartigianatovicenza.it


ORGANISMO DI VIGILANZA
organismodivigilanza@cesarformazione.it


© 2014 CESAR srl Unipersonale
C.F. e P. IVA e Reg. Imp. Vicenza 01856980246


Informative Privacy

PROMOSSO-DA-CONF-LOGO.png